La Sicurezza

La sicurezza che possono avere tutti i pazienti è di essere seguiti presso una struttura in cui

tutti gli strumenti vengono perfettamente trattati al fine di essere assolutamente sterili, ciò

nel rispetto dei protocolli di sicurezza utilizzati nelle sale operatorie.

I nostri protocolli si rifanno alle rigide linee guida sull’attività di sterilizzazione previste nel D.Lgs. 81/2008.

Il protocollo, in sintesi, prevede i seguenti passaggi:

  1. Trattamento dello strumentario.
  2. Rintracciabilità del trattamento.
  3. Controllo della reale efficacia della sterilizzazione.

 

1 Tutti gli strumenti subiscono i seguenti trattamenti:

  • Gli strumenti vengono mantenuti immersi in soluzione detergente ad alto livello battericida;
  • Lavaggio manuale;
  • Lavaggio in vasca termica ad ultrasuoni;
  • Controllo di ogni singolo strumento, per assicurarsi che non vi siano tracce biologiche;
  • Asciugatura, è fondamentale che gli strumenti prima di essere imbustati siano perfettamente asciutti. In caso contrario non sarebbe granita la sterilità.
  • Stoccaggio in apposite buste che garantiranno il mantenimento della sterilità;
  • Sterilizzazione in autoclave.

 

2 Inoltre presso questa struttura viene garantita la rintracciabilità del percorso della sterilizzazione, infatti ogni

strumento sterilizzato viene catalogato in relazione ai seguenti criteri:

  • La data in cui si effettua il processo di sterilizzazione
  • Le caratteristiche di quel processo (temperatura, pressione etc. etc.)
  • L’operatore che esegue il processamento e la sterilizzazione dello strumento specifico.

Quindi ogni busta contenete un determinato strumento viene etichettata e ad essa si associa un codice a barre,

che grazie ad un lettore ottico viene acquisito dal sistema informatico dello studio e associato al paziente.

 

3 Controllo della reale efficacia della sterilizzazione. Questa fase viene realizzata effettuando una serie di test:

  • Il test di Bowie-Dick: è caratterizzato da un’indicatore di efficacia, che vira al raggiungimento di una determinata pressione del vapore acqueo.
  • Test effettuati su spore batteriche molto resistenti, contenute all’interno di contenitori appositi.

Questi processi sono realizzati utilizzando apparecchiature molto sofisticate che certificano il corretto processo.